Lettori si cresce – Giusi Marchetta. Tre motivi per leggerlo

Un’insegnante che si interroga sui (suoi) metodi educativi. Un’autrice che ci regala un saggio scritto così bene che sembra un romanzo. Prima di tutto una lettrice, che confessa la sua passione e cerca di capire come possiamo trasmetterla agli altri. Perché ogni buon libro ci mette davanti alla parte più intima di noi, ma come ci poniamo noi di fronte a chi dei libri non sa cosa farsene?

Tre motivi per leggerlo:

1- Questo libro è un atto d’accusa: ai politici che guardano alla cultura considerandola solo qualcosa con cui “si mangia” oppure no, invece di pensare al vero nutrimento che si potrebbe dare all’Italia. Alla Tv, che costruisce narrazioni facilitate e false, mettendo in primo piano il successo e non la qualità. E ai più colpevoli: noi che ci nascondiamo dietro al dogma dell’utilità della letteratura e non sappiamo più spiegare quanto sia bello leggere.

2- Leggete questo libro anche se non av(r)ete nulla a che fare con l’insegnamento: la letteratura va difesa sempre, non solo nella aule.

3- Non cadiamo nello stesso errore deprecato dall’autrice: questo libro va letto non solo perché intelligente e utile, ma anche perché sincero e appassionante. Nessuno che si definisca “lettore” potrebbe richiuderlo senza dirsi profondamente coinvolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.